La Resistenza italiana

25 Dicembre 2010 — aggiornato il 16 Giugno 2016

Per approfondire:

La Resistenza dei militari italiani nei Lager (IMI)

Nell'autunno del 1943, circa 800.000 soldati italiani vengono catturati e disarmati dai tedeschi. Si trovano in patria o all'estero, tra Iugoslavia, Francia, Albania, Grecia e isole dell'Egeo, Polonia, paesi baltici ...

La Resistenza dei militari

Il 3 settembre 1943, a Cassibile, in Sicilia, Italia e Alleati firmano un armistizio, che viene reso pubblico il successivo 8 settembre, senza che sia stato predisposto davvero alcun piano ...

La Resistenza del Mezzogiorno

Il meridione d'Italia partecipò alla lotta di Liberazione in due modi: con episodi di ribellione e resistenza avvenuti nei territori delle regioni del Sud, inquadrabili cronologicamente in quella che è ...

Comitato di Liberazione Nazionale - CLN

Il Comitato di Liberazione Nazionale (CLN) nasce il 9 settembre 1943 a Roma. È il momento più difficile della storia nazionale unitaria: il territorio italiano, dopo lo sbarco alleato in ...

Le donne nella Resistenza

Le donne, uniche «volontarie a pieno titolo nella resistenza» (A. Bravo-A.M. Bruzzone, In guerra senz'armi. Storie di donne, 1940-1945, Roma, Bari, Laterza, 1995, p. 189), in quanto non sottoposte ai ...

Radio Londra

Il servizio italiano della British Broadcasting Corporation (BBC) prende avvio nel 1938 con la crisi di Monaco. Già allora, il fascismo pone serie limitazioni all'ascolto di radio estere (regio decreto ...

Il Fronte della Gioventù

ll "Fronte della Gioventù", la più nota ed estesa organizzazione dei giovani impegnati nella lotta di liberazione in Italia, venne costituito a Milano nel gennaio 1944, in forma unitaria, dai ...

Zone libere e repubbliche partigiane

Nella primavera-estate del 1944 la guerra partigiana vive un momento particolarmente positivo: le bande aumentano i propri effettivi riuscendo a dare vita a formazioni più consistenti e meglio strutturate; i ...

Scioperi del marzo '44

Il 1° marzo 1944 i lavoratori delle fabbriche delle regioni d'Italia ancora occupate dai tedeschi e dai fascisti scendono in sciopero: per una settimana la grande industria italiana si ferma ...

Stampa clandestina

Negli anni del ventennio, l'antifascismo è attivo sia nel mantenere una rete clandestina di azioni sia nel coltivare una cultura altra, che spesso si manifesta nella stampa di giornali e ...

Le stragi nazifasciste

La penetrazione tedesca in Italia, dall'estate del 1943, trasforma il territorio nazionale in uno dei fronti principali della guerra tra esercito del Reich ed eserciti anglo-americani. Le popolazioni dei territori ...

L'amnistia del 1946

Il 22 giugno 1946 entra in vigore il “Decreto presidenziale di amnistia e indulto per reati comuni, politici e militari” avvenuti durante il periodo dell'occupazione nazifascista. La legge è stata ...

Città decorate

MEDAGLIE D'ORO Comune di ALBA (Cuneo) Provincia di ALESSANDRIA Provincia di AOSTA per la Valle d'Aosta Provincia di AREZZO Provincia di ASCOLI PICENO Provincia di ASTI Città di BARLETTA (BA) ...

Altri articoli in questa sezione

  • Dai Fasci italiani di combattimento al regime fascista

    La Prima Guerra Mondiale ha prodotto effetti destabilizzanti non solo sul piano geopolitico, con ad esempio la fine dell'Impero Asburgico, la Rivoluzione Russa e la pace punitiva imposta alla Germania, ...
  • L'Impero

    L'assassinio di Matteotti e l'assunzione di responsabilità (“morale”), per tale delitto, da parte di Mussolini, cambiano la natura del fascismo e le sorti del paese. Progressivamente, dal 1925 in poi ...
  • Il Regime

    Dopo la crisi dovuta al delitto Matteotti, risolta con la svolta autoritaria del gennaio 1925, il fascismo accelera il processo di trasformazione dello Stato in senso dittatoriale. Uno dei passaggi ...
  • L'alleanza con Hitler e la guerra mondiale

    Hitler approfitta della situazione creatasi a livello europeo con l'occupazione italiana dell'Etiopia, nel 1936, rimilitarizzando la Renania, regione tedesca al confine con Francia, Belgio e Lussemburgo, “disarmata” sulla base del ...
  • Italia: dalla guerra di aggressione alla guerra di liberazione

    L'Italia, legata alla Germania dal Patto d'Acciaio (22.5.1939) e alla Germania e al Giappone dal Patto Tripartito (27.9.1940), non entra in guerra al momento dell'invasione tedesca della Polonia (settembre 1939), ...
  • Lettera agli amici, Giacomo Ulivi

    Giacomo Ulivi (29.10.1925-10.11.1944), antifascista, partigiano, viene fucilato a Modena dai fascisti. Sua ultima testimonianza, questa “Lettera agli amici”, pubblicata nel database online curato dall'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento ...
Indice generale di Storie della Resistenza italiana