Dai Fasci italiani di combattimento al regime fascista

24 Dicembre 2010 — aggiornato il 4 Febbraio 2016

Per approfondire:

Manifesto dei Fasci italiani di combattimento

Pubblicato su “Il popolo d’Italia” il 6 giugno 1919 e noto come ‘Programma di San Sepolcro’ Italiani! Ecco il programma di un movimento sanamente italiano. Rivoluzionario perché antidogmatico e antidemagogico; ...

Altri articoli in questa sezione

  • L'Impero

    L'assassinio di Matteotti e l'assunzione di responsabilità (“morale”), per tale delitto, da parte di Mussolini, cambiano la natura del fascismo e le sorti del paese. Progressivamente, dal 1925 in poi ...
  • Il Regime

    Dopo la crisi dovuta al delitto Matteotti, risolta con la svolta autoritaria del gennaio 1925, il fascismo accelera il processo di trasformazione dello Stato in senso dittatoriale. Uno dei passaggi ...
  • L'alleanza con Hitler e la guerra mondiale

    Hitler approfitta della situazione creatasi a livello europeo con l'occupazione italiana dell'Etiopia, nel 1936, rimilitarizzando la Renania, regione tedesca al confine con Francia, Belgio e Lussemburgo, “disarmata” sulla base del ...
  • Italia: dalla guerra di aggressione alla guerra di liberazione

    L'Italia, legata alla Germania dal Patto d'Acciaio (22.5.1939) e alla Germania e al Giappone dal Patto Tripartito (27.9.1940), non entra in guerra al momento dell'invasione tedesca della Polonia (settembre 1939), ...
  • Lettera agli amici, Giacomo Ulivi

    Giacomo Ulivi (29.10.1925-10.11.1944), antifascista, partigiano, viene fucilato a Modena dai fascisti. Sua ultima testimonianza, questa “Lettera agli amici”, pubblicata nel database online curato dall'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento ...
  • La Resistenza italiana

    La Resistenza italiana si inquadra nel più vasto movimento di opposizione al nazifascismo sviluppatosi in Europa, ma ha caratteristiche specifiche. Nei paesi sconfitti militarmente e occupati dai nazifascisti (es. Francia, ...
Indice generale di Storia del fascismo