Dai Fasci italiani di combattimento al regime fascista > Manifesto dei Fasci italiani di combattimento

Renato Ricci

20 Agosto 2010 — aggiornato il 18 Febbraio 2016

Altri articoli in questa sezione

  • Italia e ventennio fascista

    Il Fascismo, movimento politico fondato da Benito Mussolini nel 1919, una volta conquistato il potere resse il destino del paese per un ventennio. Le caratteristiche salienti del Regime fascista furono ...
  • Italo Balbo

    Nato a Quartesana (Ferrara) il 6 giugno 1896, morto a Tobruk il 28 giugno 1940. Negli anni delle origini del fascismo fu certamente uno dei massimi rappresentanti, insieme a Roberto ...
  • Michele Bianchi

    Nato a Belmonte Calabro (Cosenza) il 22 luglio 1883, morto a Roma il 3 febbraio 1930 L'irrequieta gioventù socialista di Michele Bianchi si trasforma nella folgorante carriera di un gerarca ...
  • Guido Buffarini Guidi

    Nato a Pisa il 17 agosto 1895, fucilato a Milano il 10 luglio 1945 Partecipa alla guerra del 1915-18 trascorrendo quattro anni al fronte, raggiungendo il grado di capitano e ...
  • Emilio De Bono

    Nato a Cassano d'Adda (Milano) il 19 marzo 1866, morto a Verona l'11 gennaio 1944 Dopo l'accademia e la scuola di guerra, è volontario in Eritrea nel 1887-1888, partecipa alla ...
  • Cesare Maria De Vecchi

    Nato a Casale Monferrato (Alessandria) il 14 novembre 1884, morto a Roma il 23 giugno 1959. Avvocato e laureato anche in lettere e filosofia, non disdegna, divenuto fervente fascista, di ...
  • Rodolfo Graziani

    Nato a Filettino (Frosinone) l'11 agosto 1882, morto a Roma l'11 gennaio 1955. Militare di carriera, raggiunge il grado di maresciallo d'Italia, ma si distingue più per i crimini di ...
  • Alessandro Pavolini

    Nato a Firenze il 27 settembre 1903, fucilato a Dongo (Como) il 28 aprile 1945. Appartiene, con Buffarini Guidi, al "granducato di Toscana", come viene chiamato dagli stessi fascisti il ...
  • Augusto Turati

    Nato a Parma il 16 aprile 1888, morto a Roma il 27 agosto 1955. Rispetto ad altre personalità del regime, Augusto Turati aderisce al movimento fascista relativamente tardi, tra 1920 ...
  • Le segreterie generali del Partito nazionale fascista

    Benito Mussolini non ebbe mai cariche – va rilevata l'anomalia – di alcun tipo all'interno del Partito nazionale fascista. Ciononostante, fu sempre il capo reale del partito, e per tutto ...
Indice generale di Storia del fascismo